Barbera Roncolongo ’98 – Bisi

roncolongoIncontrai per la prima volta questo vino nell’inverno del 2001. Successe al ristorante Prato Gaio, già più volte menzionato nei miei articoli. Allora non ero ancora amico, ahimè, del titolare Giorgio Liberti (l’ahimè è per l’oggi, non per l’ieri). All’epoca ero alle prime armi come conoscitore dell’Oltrepò Pavese, abitavo altrove e mai avevo sentito nominare questa cantina. Né mai avrei immaginato che il destino mi avrebbe portato a diventare amico di Claudio Bisi (questa volta senza ahimè) e a prender casa, svariati anni dopo, praticamente di fronte alla sua azienda. Indeciso sulla scelta del vino, fu proprio Giorgio a propormi questa Barbera, che non conosceva neppure lui e gli era da poco stata proposta – del resto si trattava della prima annata prodotta.

Esistono i colpi di fulmine anche nel mondo del vino. Scolata la bottiglia, la portai con me incurante della discutibile etichetta e feci in modo di scoprire come procurarmene delle altre prima di recarmi direttamente alla fonte. Per fortuna Claudio non riuscì a venderlo tutto (lui vi dirà che lo ha accantonato apposta), sicché ogni singolo anno che è passato da allora, assieme alle nuove annate uscite (con un’etichetta nuova, salvo le primissime), è stato possibile bere anche questo Roncolongo ’98 che nel frattempo se ne è rimasto lì placido, evolvendosi lentamente, giungendo a essere ciò che è ora. Abbandonata l’esuberanza giovanile, il colore è ancora intenso, appena tendente su sfumature aranciate; resta nonostante tutto il frutto della ciliegia, cui si accompagnano sentori balsamici, liquirizia, rabarbaro, persino l’idrocarburo; e l’indomabile acidità della barbera che sorregge la trama potente eppure confidenziale di un vino che pare non volerti abbandonare mai, neppure dopo l’ultima goccia.

Ci rivediamo l’anno prossimo (dico al vino).

PS Il racconto di una verticale di 4 annate di Roncolongo (’09, ’05, ’02 e – appunto – ’98) è disponibile sul blog di OltreLaStoria.

roncotappo1

 

Pubblicato in Barbera, I miei vini del cuore, Oltrepò Pavese Tag: , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi